Primo trimestre di gravidanza – settimane 1-13

Dall'autore: ci siamo passati! Comprendiamo la gravidanza e la genitorialità perché abbiamo un team di redattori, scrittori e consulenti che sono loro stessi genitori. E poiché sappiamo che la gravidanza può sollevare molte domande, siamo qui per te! Non esitare a lasciare un commento o contattarci se hai qualcosa che vorresti sapere.

Nel primo trimestre della gravidanza l’embrione (così viene definito il feto nelle sue prime 8 settimane di vita) si evolve fino ad arrivare a pesare tra i 14 ed i 28 grammi, e ad essere lungo mediamente tra i 7.5 ed i 10.5 centimetri.

Sino a metà del primo trimestre di gravidanza, e soprattutto in quelle gravidanze che non sono state programmate in anticipo, le piccole dimensioni e il ridotto peso del feto, fanno si che la futura madre possa non accorgersi ancora di portare in grembo il suo futuro bambino.

Le settimane che fanno parte del primo trimestre di gravidanza

I più comuni sintomi della gravidanza nel primo trimestre

sviluppo
Sviluppo del feto nelle prime 15 settimane di gravidanza

Generalmente, i primi sintomi che accompagnano la gravidanza sono la nausea, il vomito, le frequenti minzioni, stanchezza e spossatezza estreme, l’indolenzimento del seno(6).

Molte donne incominciano ad avvertire questi sintomi, ancor prima di un ciclo saltato o di un test di gravidanza positivo(7).

Man mano che la gestazione va avanti, potresti incominciare ad avvertire altri sintomi come sbalzi d’umore, mali di testa, crampi, costipazione, indigestione, gonfiori, voglie o repulsione di cibi(8), ed un senso dell’olfatto incredibilmente forte: quest’ultimo contribuisce spesso a peggiorare la nausea(9).

Durante questo periodo, la diarrea può (in alcuni casi) prendere il posto della costipazione: ancorché ciò sia abbastanza normale, se tuttavia dopo 3-4 giorni la diarrea non dovesse passare, chiama il dottore.

Si ritiene che il principale responsabile della maggior parte di questi sintomi, inclusi gli sbalzi di umore ed i crolli emotivi, sia l’aumento dei livelli di estrogeno e di progesterone (10).

Se, in questo periodo, avverti dei forti dolori nella parte bassa della schiena, hai sanguinamenti, grumi di sangue e nausea estrema é raccomandabile contattare il medico di famiglia o il ginecologo, in quanto potrebbero anche essere dei sintomi di un’aborto spontaneo(11).

L’aumento di peso

Feto. L’aumento di peso del feto in questo primo trimestre non è notevole: alla fine del primo trimestre, è infatti grande quanto una pesca(12).

Futura mamma. Sebbene la velocità di crescita del feto sia molto soggettiva, l’aumento di peso della futura mamma alla fine dei primi tre mesi dovrebbe essere di circa 1-2 chili(13).

Nel corso dei primi tre mesi di maternità, potrai quindi continuare a seguire la tua regolare dieta (possibilmente sana e bilanciata).

Quando annunciare che sei rimasta incinta

Una volta che hai un test di gravidanza con dei risultati positivi, è normale che tu voglia condividere la lieta notizia con amici e conoscenti! Tuttavia, prima di rendere la cosa pubblica è una buona regola aspettare fino alla fine del primo trimestre. E ciò perché, come ha chiarito l’American College of Obstetricians and Gynecologists, circa il 10-25% delle gravidanze finisce con un’aborto spontaneo(14) e circa il 75-80% degli aborti avviene entro i primi tre mesi di gravidanza(15).

Queste percentuali diminuiscono drasticamente dopo la tredicesima settimana di gravidanza: il rischio cala al’1 – 5%(16). E’ per questo motivo che preferibile essere sicure che il bambino stia bene e tenere «segreta» la notizia per i primi tre mesi. Comunicare un’aborto è sempre una cosa difficile e triste.

Controlli e screening prenatali in questo periodo

Non appena scopri di essere incinta, chiama il tuo medico di famiglia o l’ostetrico/a per programmare la prima visita prenatale.

L’ostetrica/o, è il professionista sanitario abilitato e responsabile dell’assistenza ostetrica, ginecologica e neonatale.

Si tratta di una figura preparata a gestire la gravidanza fisiologica, dal concepimento fino al puerperio, ed a riconoscere un’eventuale patologia per poter (in questo caso solamente) consigliare alla gestante una consulenza dal ginecologo.

Il primo controllo, di solito non avviene mai prima dell’8° settimana di gravidanza, a meno che non ci siano rischi di complicazioni, come ad esempio, una precedente storia di aborti, od una storia familiare di malattie genetiche(17).

 Tale visita consiste,

Gli screening che solitamente vengono raccomandati a tutte le donne(19) sono quelli del’hiv, della sifilide, della rosolia, dell’epatite B, ed anche della batteriuria asintomatica, della clamidia, della toxoplasmosi.

Tra la 19° e la 21° settimana di gravidanza viene raccomandata un’indagine ecografica, mentre la diagnosi prenatale della sindrome di Down deve essere eseguita entro 13 settimane: la donna deve essere informata delle anomalie che dovessero essere riscontrate con l’ecografia, in modo che possa scegliere se tenere o meno il futuro bambino.

Durante tutto il periodo della gestazione, è prassi abbastanza comune quella di fare mensilmente degli esami del sangue, e controllare la pressione arteriosa.

Alcune cose da ricordare

Sviluppo del embrione durante il primo trimestre
Fonte: 9-Week Human Embryo from Ectopic Pregnancy” by Ed Uthman from Houston, TX, USA. Diritti CC BY 2.0 via Commons.

Nel corso del il 1° trimestre di gestazione avviene gran parte dello sviluppo del sistema nervoso del tuo futuro figlio(20) . Quindi, prendi gli integratori di vitamine prenatali e di acido folico che solitamente vengono prescritti dal medico.

Durante questo periodo, evita di assumere alcool, caffeina e farmaci, perché è questo il periodo in cui c’e’ un rischio maggiore che si sviluppino i difetti di chiusura del tubo neurale (Dtn)(21). I difetti di chiusura del tubo neurale (Dtn) sono un gruppo di malformazioni congenite causate da anomalie dello sviluppo embrionale che si verificano entro 28 giorni dal concepimento(22).

Se ti è possibile, metti in atto regolarmente le tecniche di rilassamento che meglio conosci (yoga, tai-chi, meditazione, ecc.) . Fai regolarmente degli esercizi fisici (dopo aver consultato il tuo medico) in modo da ridurre i successivi disturbi della gravidanza, e per preparare meglio il tuo corpo al travaglio e alla nascita(23).

Nonostante il fatto che sia ritenuto solitamente sicuro prendere l’aereo durante il primo trimestre, è raccomandabile consultare il ginecologo o l’ostetrico/a prima di progettare dei viaggi, soprattutto in caso di gravidanza ad alto rischio(24).

Se sei rimasta incinta da poco, ti potrebbe anche essere utile leggere la nostra «Lista di cose necessarie o utili per la futura mamma nel 1° trimestre di gravidanza», la trovi qui.

Lascia un commento