Cibi da evitare in gravidanza

Dall'autore: ci siamo passati! Comprendiamo la gravidanza e la genitorialità perché abbiamo un team di redattori, scrittori e consulenti che sono loro stessi genitori. E poiché sappiamo che la gravidanza può sollevare molte domande, siamo qui per te! Non esitare a lasciare un commento o contattarci se hai qualcosa che vorresti sapere.

Ci sono alimenti che, per il bene del nascituro, sarebbe bene evitare o limitare in gravidanza: in questo articolo vediamo quali sono quelli che comportano i rischi maggiori.

Quando sei incinta evita di mangiare formaggi molli, latticini non pastorizzati, carne, pesce e uova poco cotte: potrebbero contenere batteri e parassiti che potrebbero danneggiare il tuo bambino.

Inoltre fai attenzione a lavare bene tutta la frutta e la verdura e non mangiarle se sono state pretagliate.

Limita la quantità di pesce che mangi, specialmente quelli di grandi dimensioni: contengono mercurio, che – in quantità elevate – può essere dannoso per il feto.

Inoltre, non mangiare gli avanzi che hanno più di un giorno e assicurati che siano stati conservati in frigorifero e riscaldati a una temperatura elevata.

Infine, durante tutta la gravidanza evita l’alcol e limita il caffè e il tè in modo da non assumere troppa caffeina.

In caso di dubbi, prima di mettere in pratica qualsiasi cambiamento significativo nella tua dieta, è sempre bene consultare uno specialista: un nutrizionista o un dietologo.

Cosa non mangiare in gravidanza

Quando sei incinta, mangiare una varietà di cibi sani fa bene a te e al tuo bambino. Tuttavia, ci sono alcuni alimenti che non dovresti mangiare -perché potrebbero farti ammalare o danneggiare il feto – e ci sono altri alimenti che puoi mangiare in sicurezza, ma che devi limitare.

I principali alimenti da evitare includono:

  • formaggi molli
  • carne, pesce e frutti di mare poco cotti o crudi
  • frutta e verdura precotta o non lavata
  • gelato soft
  • uova poco cotte o crude
  • latte non pastorizzato
  • alcool

Gli alimenti da limitare includono:

  • caffeina
  • pesci con alti livelli di mercurio
  • fegato

Ciascuno di questi alimenti comporta rischi diversi durante la gravidanza. Alcuni alimenti potrebbero essere contaminati da germi: questi possono causare infezioni e possono essere dannosi per te o per il tuo bambino. Altri alimenti contengono sostanze che possono danneggiare il tuo bambino.

Listeriosi

La listeriosi , causata dal batterio listeria, è un’infezione rara che di solito non rappresenta un problema per le persone sane. Tuttavia, se sei incinta può farti star male e se il tuo bambino si infetta può portare ad aborto spontaneo o a un parto prematuro .

Gli alimenti che potrebbero essere contaminati da listeria includono:

  • avanzi e cibi precotti
  • frutta e verdura non lavate o pretagliate
  • formaggi a pasta molle, prodotti a base di latte crudo
  • gelato soft
  • frutti di mare affumicati o crudi
  • carni affumicate, paté e pollo freddo
  • melone e germogli crudi
  • succo non pastorizzato

Toxoplasmosi

La toxoplasmosi , causata dal parassita toxoplasma, è un’infezione che può colpire te ed il feto. È rara, ma è importante essere cauti perché può causare danni cerebrali o cecità al bambino.

Gli alimenti che potrebbero essere contaminati dal toxoplasma includono:

  • carne poco cotta
  • frutta e verdura non lavate

Salmonella

Durante la gravidanza può causare aborto spontaneo. Gli alimenti che potrebbero essere contaminati dalla salmonella includono:

  • uova crude o poco cotte
  • uova rotte durante la conservazione
  • semi di sesamo, hummus e tahin
  • carne e pollo poco cotti
  • germogli

Mercurio

Il pesce è una parte sana e nutriente della tua dieta durante la gravidanza , ma tieni presente che il pesce contiene mercurio.

Il mercurio è una sostanza tossica che può passare attraverso la placenta e può essere dannoso,

  • per sviluppo cerebrale dei bambino non ancora nato,
  • per i suoi reni,
  • per il suo sistema nervoso.

Alcuni tipi di pesce, come i pesci predatori più grandi, hanno livelli di mercurio più elevati rispetto ad altri. I livelli di mercurio più alti si trovano nello squalo, nel marlin, nel becco largo, nel pesce spada, nel pesce specchio arancione e nel pesce gatto.

pesce;

Vitamina A

Troppa vitamina A (chiamata anche retinolo) può danneggiare il feto. Il fegato contiene molta vitamina A ed è per questo motivo che il consumo di fegato in gravidanza dovrebbe essere limitato.

Alcol

Se durante la gravidanza bevi alcol il tuo bambino potrebbe sviluppare un disturbo dello spettro alcolico fetale, che è la più grave delle patologie del feto dovute al consumo di alcol. La forma più grave di questa sindrome si manifesta,

  • con una sensibile limitazione dell’accrescimento del feto durante la vita prenatale, o del bambino nei suoi primi anni di vita,
  • con lo sviluppo di una circonferenza cranica più piccola della norma,
  • con un deficit intellettivo accompagnato – o no – da disturbi del comportamento,
  • con particolari anomalie del volto.

Talvolta può anche aversi una cardiopatia congenita, o una qualche altra malformazione simile.

SINDROME

Il consumo di alcol può anche aumentare il rischio di aborto spontaneo e parto prematuro.

Caffeina

Alti livelli di caffeina possono aumentare il rischio di aborto spontaneo, parto prematuro e avere un bambino con un basso peso alla nascita. La caffeina si trova naturalmente in molti alimenti, come caffè, tè e cioccolato. Viene anche aggiunta ad alcune bevande analcoliche e bevande energetiche.

Cosa e come mangiare in gravidanza

Come regola generale, i cibi migliori da mangiare in gravidanza sono quelli appena cucinati o preparati al momento.

Non mangiare nulla che abbia superato la data di scadenza e fare attenzione a conservare il cibo nel modo giusto.

Ecco una guida per mangiare in sicurezza durante la gravidanza.

Latticini

Bevi solo latte pastorizzato o ultratrattato (UHT o a lunga conservazione).

Assicurati di mangiare solo latticini a base di latte pastorizzato.

Non mangiare formaggi molli stagionati con muffe, come brie, camembert e chevre (un tipo di formaggio di capra) e altri con una crosta simile. Da evitare sono anche ricotta, feta, mozzarella, bocconcini e formaggi erborinati. Questi possono contenere listeria , che può entrare durante il processo di produzione. Va bene mangiarli se cotti ad almeno 75°C e mangiati subito.

Va bene mangiare formaggi a pasta dura come il cheddar, il parmigiano e l’edam. I formaggi a pasta dura sono più acidi dei formaggi a pasta molle, quindi i batteri hanno meno probabilità di crescere al loro interno.

Molti altri tipi di formaggio a pasta molle possono essere mangiati, ma assicurati che siano confezionati dal produttore. Includono ricotta, crema di formaggio e formaggi lavorati come creme spalmabili.

Non mangiare gelato soft: viene conservato a una temperatura che consente la crescita della listeria. Va bene mangiare gelato surgelato confezionato.

Uova

Assicurati che le uova siano ben cotte fino a quando i bianchi e i tuorli non sono solidi. Questo previene il rischio di intossicazione alimentare da salmonella.

Non mangiare cibi che contengono uova crude o poco cotte, come maionese fatta in casa, aioli, mousse o pastelle per dolci. Va bene mangiare prodotti commerciali e non refrigerati contenenti uova, ma assicurati di conservarli correttamente.

Non usare uova sporche o uova rotte e conservate prima dell’uso.

Carne

Non mangiare carne poco cotta. La carne poco cotta può contenere toxoplasma o salmonella. Cuocere a fondo tutta la carne e il pollame in modo che sia fumante e non ci sia traccia di rosa. Fai attenzione a carne di maiale, salsicce e carne macinata, compresi gli hamburger.

Lavare accuratamente tutte le superfici e gli utensili dopo aver preparato la carne cruda. Usa un tagliere e un coltello separati. È anche importante ricordarsi di lavarsi le mani dopo aver toccato o maneggiato la carne cruda.

Evita i salumi freddi, come salame e prosciutto. Va bene mangiarli se cotti ad almeno 75°C e mangiati subito.

Non mangiare salumi da banchi di salumerie e paninoteche, affettati confezionati pronti da mangiare o pollo cotto freddo pronto da mangiare.

Evita tutti i tipi di paté. Questi possono contenere listeria. Il pollo caldo da asporto va bene se lo mangi subito.

Limita l’assunzione di fegato o prodotti a base di fegato, come il paté di fegato o la salsiccia di fegato: non mangiare più di 50 grammi a settimana, poiché contengono molta vitamina A.

Pesce e frutti di mare

Il pesce contiene proteine ​​e acidi grassi essenziali omega-3, quindi è consigliato in gravidanza. Tuttavia, è importante limitare l’assunzione di pesce con livelli più elevati di mercurio.

Puoi farlo seguendo queste linee guida (tieni presente che una porzione è di 150 grammi):

  • Lo squalo, il becco largo, il marlin e il pesce spada dovrebbero essere mangiati non più di una volta ogni 2 settimane. Non mangiare nessun altro pesce durante quel periodo di 2 settimane.
  • Pesce specchio atlantico e pesce gatto non dovrebbero essere mangiati più di una volta alla settimana. Non mangiare nessun altro pesce durante quella settimana.
  • Qualsiasi altro pesce o frutti di mare dovrebbe essere consumato non più di 2 o 3 volte a settimana.
  • Pesce e frutti di mare appena cucinati sono sicuri da mangiare all’interno di queste linee guida. Assicurati di cuocerli ad almeno 75°C e mangiali subito.
  • Non mangiare pesce o frutti di mare crudi o refrigerati. Ciò include ostriche crude, sashimi e sushi, frutti di mare affumicati pronti da mangiare e gamberi freddi cotti pronti da mangiare. Questi hanno un rischio maggiore di contaminazione da listeria.

Frutta e verdura

Evita le insalate di frutta o verdura già preparate o confezionate, comprese quelle dei buffet e delle insalate. Sono a rischio di contaminazione da listeria.

Non mangiare rockmelon o qualsiasi tipo di germogli, poiché potrebbero contenere listeria o salmonella.

Lava frutta, verdura ed erbe aromatiche per rimuovere ogni traccia di terra e sporco. Il toxoplasma a volte si trova nella terra.

I semi di sesamo possono contenere salmonella, quindi è meglio evitare tutti i prodotti a base di sesamo, come hummus, tahini e halva.

I funghi

E  sempre prudente mangiare funghi solo se si è sicuri al 100% della loro commestibilità e della loro freschezza: infatti, anche quelli commestibili ma non freschi, potrebbero contenere delle sostanze pericolose per il feto.

Bere alcolici in gravidanza

Non esiste un livello sicuro noto di alcol che puoi avere durante la gravidanza. Che tu stia pianificando una gravidanza , già incinta o allattando , non bere è l’opzione più sicura in quanto l’alcol può danneggiare il tuo bambino non ancora nato.

Assumere caffeina durante la gravidanza

Non è necessario eliminare completamente la caffeina, ma non assumere più di 200 mg al giorno. Le quantità approssimative di caffeina presenti in cibi e bevande sono:

  • 1 cucchiaino di caffè istantaneo: 80 mg
  • 1 bicchierino di caffè espresso: 145 mg
  • 1 tazza di tè: 50 mg
  • Lattina da 375 ml di cola: 36,4 mg
  • Lattina da 250 ml di bevanda energetica: 80 mg
  • Tavoletta da 100 g di cioccolato al latte: 20 mg

Per ridurre la caffeina, prova tè e caffè decaffeinati, succhi di frutta o acqua minerale invece di tè, caffè e cola normali.

Le bevande energetiche non sono raccomandate durante la gravidanza in quanto possono contenere alti livelli di caffeina.

Cibi a cui il mio bambino potrebbe essere allergico

Va bene mangiare noccioline o cibo contenente arachidi (come il burro di arachidi) durante la gravidanza, a meno che tu non sia allergica a loro. Va bene anche mangiare altri cibi considerati altamente allergenici . Non è consigliabile eliminare questi alimenti dalla dieta durante la gravidanza, poiché non è stato dimostrato che ciò prevenga le allergie nel bambino.

Riferimenti bibliografici
  1. Alimenti & Gravidanza. I rischi alimentari per la mamma e il bambino. Alimenti & Gravidanza. Published 2017. Accessed February 16, 2021. https://www.alimentigravidanza.it/